la prima forma di libertà è quella del pensiero

Archivio per dicembre, 2011

Madonna di Lourdes a Martina Franca: buona processione a tutti

20 dicembre 2011

lourdesChi non vuole bene alla mamma e quindi alla madonna , in tutti i suoi appellativi? Praticanti, farisei, cattolici solo all’anagrafe, comunisti e bestemmiatori sembrano tutti accomunati da questa italica devozione verso la più pura delle donne. Anzi, per essere precisi, l’unica donna pura in questo mondo di peccatrici e peccatori. Per la chiesa, più le prime ( le peccatrici) che i secondi (i peccatori)
La prova di questo trasversale sentimento popolare si è avuta con la manifestazione degli indignati del 15 ottobre a Roma, quando i telegiornali hanno più volte trasmesso la scena di un manifestante, un black bloc o forse solo un esagitato, che frantumava una statuetta di gesso della madonna scaraventandola per terra. Pare che il manifestante abbia anche rischiato di prenderle seriamente dai suoi stessi compagni di devastazioni. Passi per i milioni di euro di danni, ma la madonna no! Quella non si tocca!
Ora con tutte le fanfare del caso e le autorità schierate arriva a Martina un’altra statuetta, simile a tante e anch’essa in gesso, copia di quella madonna di Lourdes dell’immacolata concezione che in terra francese attira ogni anno milioni di pellegrini e ammalati.
Ogni persona che soffre o è angosciata merita rispetto e solidarietà, senza dubbio.
E quindi auguriamo a chi sarà presente all’evento per pregare e cercare una risposta o un segno, di trovare quello che cerca. O di pensare di aver trovato quel che cerca , che è la stessa cosa.
Allo stesso modo occorre rispettare chi vuole essere libero di sottrarsi a questi riti collettivi.
Ben venga la madonna, quindi, e buona processione a tutti.
Purché si abbia, ora e in altre occasioni, il pudore di non urlare le proprie preghiere e di non brandire le statue come vessilli per ottenere un facile seguito e acquisire notorietà o ribalte mediatiche.
Qualcuno che alla madonna era molto vicino pare che abbia detto qualcosa del tipo: “Quando pregate, non siate simili agli ipocriti che amano pregare stando ritti nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, per essere visti dagli uomini… Tu invece, quando preghi, entra nella tua camera e, chiusa la porta, prega il Padre tuo nel segreto” ( Matteo 5,6).
Sarebbe un grande successo, anzi un vero miracolo, se la madonna portasse a Martina un po’ di fede matura, una generazione di credenti laici, ricacciando indietro nei secoli passati le troppe ostentazioni pagane.
( da extramagazine del 16 novembre 2011)
Giuseppe Ancona

In uscita il libro I LAIC un anno di cronache laiche

10 dicembre 2011

i laicÈ in arrivo I LAIC – Un anno di Cronache Laiche (prefazione di Carlo Flamigni, ed. Tempesta): la raccolta dei nostri migliori articoli che raccontano l’anno appena passato senza indulgenza per nessuno.
Quattrocento pagine brossurate per non dimenticare i migliori scandali che il Vaticano ci ha regalato, le notti magiche dell’ex premier e la sua corte dei miracoli, il resoconto delle battaglie vinte, perse o che stiamo ancora combattendo nella grande guerra contro la discriminazione razziale, religiosa e di genere; e tanta satira con le vignette di Arnald e le riflessioni “su una riga sola” di Fabio Buffa.

Prenota la tua DISSACRANTE COPIA entro il 6 gennaio per riceverla, fresca di stampa direttamente a casa tua entro il 31 gennaio, a 14 EURO INVECE DI 19.
info su www.cronachelaiche.it