la prima forma di libertà è quella del pensiero

Salvatore Morelli tra Pozzuoli e Carovigno ( di Giacomo Grippa )

Carovigno e Pozzuoli debbono diventare centri di richiamo del pensiero e dell’opera di Morelli, con attenzione alla complessità e completezza delle sue iniziative politiche, tese ad affermare il valore dell laicità,valore che di recente alcuni autori o autrici di libri o formazioni come le Acli tendono ad oscurare, limitando le proposte di legge di Morelli al solo “risorgimento” delle donne.
Morelli si battè contro l’approvazione della Legge delle Guarentigie, che era in favore del monarca del Vaticano, e nella sua opera principale “La donna e la scienza” esalta il ruolo delle donne ed auspica che le materie scientifiche facciano parte dei programmi scolastici.
Forse oggi avremmo bisogno ancora di una figura come Morelli

(Giacomo Grippa)

la Repubblica 18.03.2014

Tags: , ,

Lascia un commento