la prima forma di libertà è quella del pensiero

8 ‰

Tra non molto, come ogni anno, toccherà un po’ a tutti mettere la fatidica firmetta per la destinazione dell’aliquota IRPEF dell’otto per mille. Grazie anche al macchiavellico sistema di ripartizione delle aliquote, ed alla inesistente informazione su questo meccanismo, alla Chiesa Cattolica verranno erogati oltre novecento milioni di euro (più dell’ottantasette percento del totale), a fronte di poco più di un terzo delle firme a favore della C.C.A.R. Dal sito della stessa CEI si evince che solo il 21% viene utilizzato per fini di beneficenza.

Quest’anno l’UAAR si è mossa per tempo nel tentativo di sopperire alla mancanza di informazioni da parte dello Stato organizzando una campagna informativa.

http://www.uaar.it/news/2010/04/23/otto-per-mille-pronti-agli-spot-martellanti-della-chiesa-cattolica-uaar-si/

Ha inoltre inviato una lettera al Ministro dell’Economia e delle Finanze, On. Giulio Tremonti, per richiedere un utilizzo di questi fondi più consono alle reali necessità del Paese, e che l’aliquota destinata allo Stato non venga ridistribuita per imbellettare le chiese.

http://www.uaar.it/news/2010/03/11/lettera-uaar-a-tremonti/

Lascia un commento