la prima forma di libertà è quella del pensiero

A TARANTO UN TAVOLO INFORMATIVO PER COMBATTERE LA DISINFORMAZIONE

Grande successo per il tavolo informativo organizzato dal circolo UAAR di Taranto (la cui presentazione si può leggere nel post precedente).

La cittadinanza ha mostrato molto interesse per i temi trattati avvicinandosi al tavolo, anche senza nessuna sollecitazione dei volontari che hanno gestito l’iniziativa, ponendo diverse e specifiche domande sui vari argomenti trattati.

L’attenzione verso i temi dell’8 per mille, del testamento biologico, delle sale del commiato e sulle unioni civili, compresa la raccolta firme inerente gli ultimi 3, è stata superiore alle aspettative, tanto che in alcuni momenti è diventato problematico gestire la ressa che si è creata vicino ai fogli delle firme: infatti sono state superate settanta firme, per ognuno degli argomenti, in poco più di 4 ore.

Tutto questo dimostra come detti argomenti risvegliano l’interesse della gente quando se ne parla, a riprova che gli organi di informazione scientemente evitano di trattare determinati argomenti sconvenienti al potere religioso.

Il successo della manifestazione è per noi un incentivo a proseguire il contatto diretto con la gente, soprattutto per colmare il vuoto di informazione che aleggia su certi argomenti poco graditi a chi ha interesse a mantenere una coltre di silenzio, interrotta solo da qualche sporadico flash di stampa che serve più che altro a disinformare, perchè solo in questo modo si riesce ad allontanare la gente dagli argomenti che ci coinvolgono tutti e direttamente.

La nostra è una battaglia civile nel pieno rispetto dell’art. 21 della Costituzione sulla libertà di pensiero, ma non ci può essere nessuna libertà se non vi è preventiva informazione.

Ed ecco alcune immagini della manifestazione

Lascia un commento