la prima forma di libertà è quella del pensiero

benedette bestie…vito mandile -socio uaar e vegano

ecce agnus dei ecce qui tollit peccata mundiApprendo dai telegiornali e dai quotidiani, della benedizione di animali
domestici da parte della chiesa di
San Lorenzo da Brindisi a Taranto,
nella giornata del 3 ottobre 2010, e per questo mi sento in dovere (come
socio U.A.A.R. e come vegano), di sollevare una riflessione su questa
benedizione che sa di contraddizione.

Da premettere che nella società attuale,
è facile procurarsi il sostentamento alimentare,
senza dover ricorrere al cibo animale,
come dimostrano le migliaia di persone vegane e vegetariane
che vivono (in salute), si riproducono e diffondono la loro cultura
di (vero) rispetto verso le altre forme viventi del nostro pianeta,
e cioè gli animali.

Tuttavia, se essere vegetariano o vegano,
per molti può essere una scelta opinabile,
quello che è certo,
è la contraddizione di una benedizione ad alcuni animali,
mentre tanti altri vengono sacrificati ogni giorno per il nostro palato
(o peggio per impreziosire il nostro guardaroba),
a cominciare da quel rito tribale che è il sacrificio dell’agnello,
cioè l’uccisione di un animale appena nato
al solo fine di identificare un capro espiatorio
che “tolga i peccati dal mondo”, e che, inoltre,
risale a più di duemila anni fa, quando,
uccidere un agnello rappresentava davvero una grossa perdita
per i pastori.

Oggi per fare un parallelismo di uguale valore,
dovremmo distruggere l’auto nuova,
ma si preferisce continuare ad immolare agnelli
visto che il loro costo è ormai irrisorio,
rispetto a quanto valevano duemila anni fa.

Ma oltre ad esserci una forma di razzismo
a favore di alcuni animali più fortunati (quelli domestici),
mentre altri continuano ad essere massacrati nei mattatoi,
non dimentichiamo l’incoerenza di una chiesa
che contraddice i suoi dogmi,
quando benedice gli animali ritenuti senz’anima dalla stessa chiesa.

In sostanza mi domando :
è possibile che dopo essere riuscito a viaggiare nello spazio,
l’uomo confidi ancora in questi riti tribali
per sentirsi a posto con la propria coscienza?

Vito Mandile

Socio UAAR del Circolo di Taranto

scrivi a tarantolaica info@tarantolaica.it

Tags: , , , ,

Lascia un commento